Fashion

Fashion

28 November 2016

Lazzari – Made in Italy with Love

 

lazzari

 

If you’re in search – like I am – for good quality and timeless clothing here is a small Italian brand that I can truly recoomend you. Lazzari is real made In Italy, a family run business, that cares for production and ethics. And has a timeless style that mixes bon ton and more contemporary touches.

“Our collections come from the passion we have for our work. We believe in the true ‘Made In Italy’ standards, creating and producing clothes using only the finest materials. We choose fabrics from the source, with a particular interest for those materials which are printed and finished in Italy, according to the best sustainability standards. In our stores (and also online) we appreciate and welcome women of all generations. We take our greatest satisfaction when mothers can recognize our collections made using traditional manufacturing and explaining to their daughters what makes it different from the ‘fast fashion’ clothes, just by observing the seams and the hem”.

Here are three ways to wear their beige coat + an interview (In Italian) I did with Alice, who runs the business with her brother and parents.

sostituzione_cappotto1_ig

Lazzari è nata alla fine degli anni Settanta ed è ancora un’azienda familiare: chi sono i componenti della famiglia e quali sono i loro compiti all’interno dell’azienda?

La nostra famiglia è composta dalla signora Margherita, che si occupa del laboratorio di confezione, il signor Araldo che si occupa dei rapporti con i dipendenti e fornitori. A seguire i figli: Nicola, che si occupa della parte informatica compreso lo shop online e Alice, che cura stile e prodotto.

Gli abiti e gli accessori Lazzari sono “fatti con cura in Italia”, come recita la vostra etichetta, ma si è consapevolmente scelto di non apporvi la dicitura “made in Italy”, come mai?

Abbiamo voluto etichettare il nostro lavoro con qualcosa di personale, solo nostro. Anche perché l’etichetta made in Italy è stata abusata e cucita su capi che in Italia hanno visto solo i passaggi finali.

Come riesce Lazzari oggi a non delocalizzare, a mantenere la produzione e creare ancora tutto in Italia?

Di fondo ci riusciamo perché amiamo la nostra azienda, vogliamo che il nostro prodotto rimanga artigianale e prodotto con cura sotto i nostri occhi e perché le decisioni le prendiamo in famiglia senza guardare solo il lato economico.

cappotto2_fb

Lazzari non vende all’infuori dei propri 4 negozi monomarca e del suo sito online, quali sono le ragioni di questa scelta?

Collegandoci alla domanda precedente, il fatto che riusciamo ancora a produrre con i costi del lavoro italiani e vendere a prezzi comunque concorrenziali è dovuto alla mancanza di alcune spese, come per esempio i costi di un campionario e della rete di vendita con agenti o di uno showroom.

La vendita online è partita già dal 2004, che impatto hanno avuto il web, l’online store e i social network su Lazzari?

Il negozio online è partito in piccolo, dapprima come servizio per clienti stranieri che avevano visitato il nostro negozio a Verona perché in vacanza e che poi si dicevano dispiaciuti per non poter acquistare dall’estero, poi un po’ alla volta è cresciuto e la sfida è stata proprio quella di raggiungere un pubblico che non ci aveva conosciuto prima “fisicamente”. I social ci servono per cercare di trasmettere a distanza il mood che ci contraddistingue. Perché chi è entrato in uno dei nostri negozi sa che tutto quello che circonda i nostri abiti punta a definire un’immagine ben precisa, la musica, l’arredamento, i colori e oggetti buffi. Virtualmente tentiamo di farlo con foto e didascalie più emotive che commerciali.

Lazzari ha un’immagine e collezioni sempre molto personali e coerenti, come nascono le vostre collezioni?

Siamo nati facendo questo, capi attuali che strizzano l’occhio al passato, l’equilibrio sta nel non tradire chi ama proprio questo di noi ma cercando di evolvere. Di stagione in stagione cambiamo il tema delle stampe, perfezioniamo le proporzioni, spaziamo nei colori. Le collezioni partono da un’input iniziale, per poi completarsi nell’arco della stagione.

cappotto3_ig

E’ vero che desiderate che i vostri abiti possano essere indossati da generazioni diverse: nonne, mamme e nipoti? Come ci riuscite?

Sì, verissimo! E ci fa piacere, ma la cosa è spontanea, non è che ci sia una strategia commerciale sotto. Nei negozi accade spesso, ragazzine che prima passano con le amiche e lo zainetto di scuola sulle spalle, poi tornano con la nonna per farsi fare un regalo speciale, poi finisce che anche le nonne acquistano qualcosa per loro stesse dicendo che i modelli di Lazzari ricordano gli abiti di quando erano giovani.

Spesso Lazzari collabora per le stampe con alcuni artisti, anche stranieri, come nascono queste collaborazioni? Come scegliete gli artisti?

Ci piace fare interpretare i nostri temi da artiste diverse, non abbiamo dei parametri precisi, ovviamente lo stile delle illustratrici deve essere comunque compatibile per il tessile.

Qual è il futuro di Lazzari? C’è qualcosa che vorreste ancora realizzare?

Chi lo sa! Al momento non abbiamo in previsione nuove aperture, ma puntiamo a perfezionare sempre di più il lato online, che per noi è la cosa più recente e dunque dove abbiamo più da imparare così da rendere piacevole e personale anche l’acquisto a distanza.

 

Qui sotto trovate le foto del lookbook della collezione autunno-inverno 2016-17. Sul sito vengono aggiunti però molti nuovi capi durante la stagione perciò tenete d’occhio il sito settimanalmente per le novità.

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_1

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_3

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_4

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_5

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_6

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_7

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_8

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_10

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_11

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_12

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_13

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_14

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_15

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_16

theskyisourlaboratory_lazzari_fw1617_17

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

    facebooktwittergoogle_pluspinterest

2 comments

  1. Adoro Lazzari! Vorrei solo averlo scoperto prima :) Bella questa intervista, interessante scoprire cosa ci sia dietro questa piccola realtà.
    Grazie di questa condivisione

    Cristina Reply
    • Grazie, felice che ti sia piaciuta! E davvero, Lazzari è top 😉

      Erica Blue Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *