Fashion, Lifestyle

Fashion, Lifestyle

20 December 2016

Worth vs Not Worth the Investment

worth-it

 

Among my good intentions for next year there is definitely – a goal that I have already started to practice this year – to stop buying clothes and accessories that I will regret having bought too soon, that I do not wear enough, that were too expensive for the few times I wore them. And to stop buy and throw everything away. Too many times I bought a pair of shoes that I thought I loved so much and too many times I splurged on designer items that turned out bad quality. I made a little list of things that I still love and were worth the investment and some that are not.

[Potete leggere la versione italiana completa del post “Acquisti senza rimorsi: top o flopqui]

Isabel Marant Coat: Isabel Marant’s quality is not the same as a few years ago and that’s sad: what about the good intentions you had at the beginnings of your career Isabel? Anyway, this coat, that has some pilling now, has been my most worn in the last 3 years. And it still gives me positive vibes when I wear it.

etoileisabelmarantdiegooversizedjacket_387504

Saint Laurent Boots: Finding a pair of Saint Laurent boots in your size and with a 50% discount doesn’t happen often (usually they never go on sale!) So this pair of booties was definitely a good investmest: the perfect black boots, comfortable and with the right heel. Why were my other boots buys not worth as these??

saint-alurent

The right Bags: I always loved shoes more than bags but now I’m aware that I’m really not into IT-bags. It simply doesn’t make me happy to be seen with the last bag everyone is raving about. It’s a label I don’t want: to be recognized by a bag. I even sold my Chloé bag after a few worns. I prefer niche bags that are lasting, good quality and strong leather. Like my Cornelian Taurus (handmade in Japan) and my Boyy Bag that unfortunately was ruined by my cat. But Yaki is my sweet little love-cat who cares about a bag.

cornelian_taurus

ed_nagoya_131122-thumb-620x463-247

boyybag_ee94a2e0f5b4a748fa

 

The true Striped Top: I bought a true breton striped top, made as they were made in 1939, by Orcival. Thick good cotton that will still look good after more than 3 washes (fast fashion tops do not).

084 orcival_1_large

Good Skincare & Make-up and Books are always worth the investment.

Jeans bought on sale are a good investment too. 200 Euro jeans bought for a Zara price. Not all 200 Euro denim are good quality though. I like Frame Denim, M.i.H. jeans and I have to try A.P.C.

 

On my BLACK LIST: Alexander Wang, sorry but everything I bought by this designer was crappy; everything 100% polyester or acrylic is never an investment (only for the sellers!), bad quality lingerie (that’s another thing we should choose carefully), bad knitwear.

 

And which are your worth/not worth the investment pieces?

 

 

Salva

    facebooktwittergoogle_pluspinterest

TAGS:

29 comments

  1. Ciao Erica bellissimo post anche oggi é un piacere leggerti tutti i giorni :-) Concordo con te ottimo l acquisto del capotto di Isabel Marant tra l altro molto caldo ! Nei Si aggiungo lo zaino nero di nylon di Prada lo uso da 10 anni e continua a sopravvivere !
    Nei –mai più : le scarpe Fendi ,si sfasciano dopo pochissimo , le borse Proenza Shouler ,una mea culpa presa troppo piccolanon ci sta dentro NIENTE ,quella grande si é sfasciata da sola dopo pochissimo :-(
    #per i maglioni prova Massimo Dutti poi sinceramente penso sia questione di fortuna
    Bisous da Paris

    Valentina Reply
    • Grazie Valentina! Delle Proenza anch’io ne ho sentito parlare non benissimo… Massimo Dutti ho provato, ho comprato un maglioncino lana + casmere (che si è rivelato sottilissimo) ed è spuntato un buco non so come. Sono riuscita a farlo mettere a posto ma uffa però!

      Erica Blue Reply
  2. isabel marant knitwear bought 2nd hand is amazing quality !!! Knit is made in Italy by the way. I also love APC bags

    Ema Reply
    • Oh great to hear that! Unfortunately not all of them are now. APC bags, love them too!

      Erica Blue Reply
  3. Ti adoro, bellissimo questo post. Sai che credo di avere il tuo stesso maglione di H&M Trend in mohair nero?? ce l ho da tantissimo ed è perfetto!

    giulia Reply
    • Ahah ma davvero? Quello nero un po’ più lungo dietro?

      Erica Blue Reply
  4. Capi per cui ho speso denaro e che pretendo durino 1744 anni: Stivali Hunter, chiodo in pelle, parka verde militare imbottito.

    gynepraio Reply
    • ecco brava io di chiodi ne ho diversi ma non all’altezza, hai fatto bene!

      Erica Blue Reply
  5. Ciao Erika,

    post molto interessante, come al solito :) Condivido le buone intenzioni: sono riuscita a non comprare nulla da zara/mango/hm etc mantenendo il buono proposito fatto nell’estate 2015 e durante il 2016 il poco che ho comprato é stato in negozi vintage.
    A Parigi c’é una bella offerta e ho trovato due paia di Levis che adoro! ( a 25€).
    Ho comprato un maglione di lana in un vintage ma non riesco a togliergli l’odore di vecchio ( bleah), di conseguenza é parcheggiato nell’armadio. Altro acquisto ni sono stati un paio di stivali neri di Jonak: ottima pelle, ma tacco troppo alto per la vita di tutti i gg ( 8 cm). Non riesco a tenerli tutto il giorno senza rischiare crampi alle gambe.
    Affarone dell’anno é stata una borsa in un cuoio sublime, intrecciata a mano e comprata a campionario per un prezzo fattibilissimo. OGNI TANTO LA RUOTA GIRA! Al registro acquisti anche una maglia a righe di Petit Bateau, sans plus. Ovvero senza infamia e senza lode.

    Concordo sulla problematica maglieria e penso che durante i saldi passero’ da Uniqlo. Per il cappotto idealmente é come dici, ma la mia vita quotidiana é fatta di mezzi pubblici sedendomi sui peggio sedili. NON posso condannare un bel cappotto a questa vita. per ora mi limito a Cos e simili..

    CHIARA Reply
    • Quanti spunti! A Parigi il vintage offre sicuramente più perle ed è vero il second hand per la lana è rischioso.
      Per il cappotto posso capire, magari puoi tenerne un altro per il tempo linero, ovvero quando non viene aggredito :)

      Erica Blue Reply
  6. Borsa enorme in pelle Manila Grace da 8 anni..colore grigio .la porto 12 mesi l’anno e usata pure come borsa da spiaggia. Una marrone in pelle no logo grande che più si consuma più è bella .Tanta maglieria Stefanel (ho tanti pantaloni relax totalmente in lana o cotone)che indosso da 10 anni.
    Il disastro con un paio di mocassini Tods. Duri come fossero di plastica .

    Luana Reply
    • ah ecco molto bene 😀
      Le cose di 10 anni fa erano fatte molto meglio!

      Erica Blue Reply
  7. Avevo il tuo stesso problema con l’intimo poi ho trovato Simplycris, hanno mutande 100% cotone, cuciture incluse… Purtroppo non c’è grande scelta per i reggiseni ma per fortuna con quelli sono meno esigenti.

    Laura Reply
    • Uh ma grazie del consiglio!

      Erica Blue Reply
  8. Totalmente d’accordo sul discorso borse, detesto i loghi, ma l’idea di spendere per una borsa quanto spenderei per una settimana di vacanza mi dà fastidio, preferisco la vacanza e compro longchamps pliage grigie (non troppo grandi, non troppo piccole, prezzo piccolo piccolo, pesano poco). Per il resto ormai compro tutto coi saldi: 10 anni fa ho acquistato una marinière di Max & Co fa che è rimasta tale e quale il primo giorno.

    Lucia Reply
    • La vacanza tutta la vita anch’io. E ottima strategia coi saldi.

      Erica Blue Reply
  9. Ciao Erika, che post interessante :)
    Tra gli acquisti più azzeccati degli ultimi anni metto una borsa nera in pelle comprata in un negozio di pelletteria di Firenze che si chiama Ottino. L’ho anche maltrattata, ma dopo due anni e mezzo sembra ancora nuova. Adoro anche gli stivaletti in camoscio di APC comprati (in saldo!) a Parigi, sono comodi, stanno bene con tutto e valgono davvero i 200 e rotti euro che mi sono costati. Per quanto riguarda la maglieria, ho svoltato quando una collega mi ha parlato di una fabbrica con annesso spaccio aziendale vicino Pistoia (si chiama Maglificio Beby, se mai dovessi passare di qua) dove ho comprato alcuni maglioni 100 % cashmere di ottima qualità a un prezzo ovviamente non basso, ma più che onesto.
    Flop recente invece sono stati gli stivaletti Chelsea di COS….pelle dura e rigida da morire, che sta facendo strane pieghe sulle caviglie. Senza contare il mal di piedi… mai più acquisti di scarpe online.

    Chiara Reply
    • Che bella la lista dei tuoi acquisti azzeccati!
      Per le scarpe sì è più difficle l’online, io lo faccio comunque, però ormai solo di marchi che conosco o di cui ho letto cose super positive in quanto a comfort e durata.

      Erica Blue Reply
  10. I maglioni e cardigan di cashmere li compro da André Maurice a Vicolungo (la marca in media fa roba per signora ma i pezzi classici sono davvero classici e molto buoni). La maglieria da Orla Kiely è ottima (bisogna aspettare i saldi però) e per i prezzi corretti trovo Comptoir des Cotonniers niente male (non ci ho comprato nulla da un paio d’anni però, avendo già investito in buone maglie e non avendo più bisogno di comprarne per un po’). Ho appena comprato un maglione da Lazzari e mi sembra che vivrà a lungo. Preciso che ho una lavatrice fantastica, il che conta tantissimo. Ho anche molto vintage di lusso (tutto ereditato dalla zia Cecilia), maglieria di 30 o 40 anni fa che indosso moltissimo e rimane come nuova (ed è caldissima). Per i capi di lana vintage, attenti alle tarme! Cerca i piccoli buchi prima di metterli in armadio! Possiedo due maglie di COS che mi piacciono tantissimo, ma qualche lavaggio le hanno già fatte invecchiare (che peccato!), veramente la maglieria non va mai comprata da marche non specializzate.
    Per la biancheria compro tutto in Francia, il design è molto più interessante, mentre in Italia lo trovo un po’ noioso.

    L'armadio del delitto Reply
    • Ma grazie per i consigli! Super preziosi.

      Erica Blue Reply
  11. You have(or had) the Boyy Bag? I adore that label and I’m absolutely craving the top handle little one ever since I saw it on Soraya Bakhtiar. Totally my kind of bag! And I know what you mean regarding ‘It’ Bags and even though I own now 3 (Chloé Faye, PS11, and my latest: The J.W. Anderson, which I got btw way before so many people got it), I only buy one if I really do thinkg it’s a bag I will love forever and only if.
    Your buys? Absolutely understandable that you still adore that Isabel Marant coat and those delicious Saint Laurent boots, which have also been on top of my wishlist since they came out! I still love everything I got from the H&M x Isabel Marant collab and still use the crap out of it. I wish I had bought that one coat similar to yours though, such a perfect one!
    Regarding Wang stuff, I must say I got about 4 pairs I bought for a tiny fraction of what they really cost on Yoox and even though I agree about the quality, I think the worst thing about it is that I only wear 1 of them, the rest are wayyy too uncomfy for everyday use so they are abandoned in my closet. Wang is definitely just about the design and pretty much nothing else, because he gets an F in functionality. I still love the shoes so much, though. I am someone who often values form more than function and I struggle to keep it in balance, but sometimes I can’t help it.
    The craziest buy I ever made was the Vetements jeans, and even though I don’t really like the brand (just these jeans and a few stylings which are somewhat timeless), I was just too obsessed with them and made a list of at least 20 different ways to wear them. I am hoping though, that it was not a mistake (I am loving them so far, though!). I usually think for months and months before clicking anything home and this is why I rarely bought anything I regret. That’s why I end up buying stuff always on Yoox or The Outnet. If I still love the thing after 2 seasons, then they must be worth the splurge.

    BTW. wishing you a Merry Christmas, Erica. x

    Laura Reply
    • Thank you so much Laura, your thoughts are very interesting! I agree on the fact that we can splurge on something as long as we love and wear it :)
      And yes I had that Boyy Bag, unfortunately my cat marked it as he’s own territory (yes, ha!).

      Merry Christmas Laura!

      Erica Blue Reply
  12. ACNE Studios classics like knits or Jensen boots are always good investments for me, much like Céline handbags or Citizens of Humanity jeans. I also always invest in good winter parkas (it doesn’t have to be a winter brand, my favorite coat is Isabel Marant) and winter boots (Dr Martens or winter boots of Balenciaga etc) since I live in Canada. I happen to like everything I ever bought from COS so I never hesitate buying something if I like the way it looks on me. Also good quality skincare is always worth the splurge. But the best money I ever spent has to be the Gucci Princetown loafers, they didn’t look like they were going to be a classic at first but they are so comfortable and elevate every single look that they’ve become a wardrobe staple for me.
    I agree with Alexander Wang, all my AW shoes ended up hurting my feet like crazy, not a big fan of the brand. I also don’t like spending my money at Zara or H&M on classic stuff like jeans, knitwear, trench coats, chelsea boots etc because I end up spending more money than what I would have spent on one from a quality brand and end up with crappy stuff that don’t do the job.

    Elif Reply
    • Thank you Elif! A very interesting list.

      Erica Blue Reply
  13. Ciao cara, bellissimo post che arricchito dal dibattito (fantastiche le donne quando ci si mettono!) mi ha offerto tanti spunti. Sempre privilegiare la qualità! Solo per gli sfizi di stagione, ben venga il low cost pur sapendo che durerà come un fiore reciso. Purtroppo Zara e Co sono una forte tentazione, ma anche lì a volte si trovano chicche. Ti dovrò spiegare la tecnica. Ti segnalo le borse di Trussardi, sia in crespo, prezzo onesto, meno morbide, ma per l’uso quotidiano devastante sono indistruttibili, sia in pelle della prima linea, pellame morbido di alta qualità, prezzo alto, ma da valutare nei saldi. Erano un must degli 80, ovviamente ne ho ancora tante, e ne ho acquistata un’altra recentemente. Ultimo affarone in un negozio di 2hand un maglioncino di cashmere di Cucinelli perfetto! E sì, dura la vita per noi instancabili cercatrici… Kisses

    La Zietta Reply
    • Ah grazie, altri consigli interessanti! Instancabili cercatrici ma è anche un po’ divertente :)

      Erica Blue Reply
  14. La maledizione che mi affligge è comprare cose costosissime e trovare successivamente la copia esatta al quintuplo del prezzo.
    Quest’estate ho comprato (dopo mesi che aspettavo i saldi visto che 100 euro per un paio di espadrillas mi sembrano eccessivi) un paio di Castaner bellissime, blu e basse, che però non ho mai messo perché mi sono resa conto che il 38 mi va troppo grande. Ho spero 80 euro. Dopo qualche giorno ho trovato da Stadivarius la copia esatta, questa volta del mio numero, a OTTO EURO.
    Stessa cosa per un paio di Levis: ho aspettato il black friday per comprare con il 30% di sconto un paio di jeans introvabili, né aderenti né molli sulle gambe, a vita alta, con le tasche come le voglio io, sfrangiati e soprattutto di una lunghezza perfetta per il mio metro e 65.
    Sono andata da H&M ieri, ho trovato gli stessi jeans: 100% cotone, con un colore più bello e soprattutto a venti euro.
    UFFA!

    MariaL Reply
    • Ah caspita in effetti capisco ti possa lasciare un po’ l’amaro in bocca però sempre meglio l’originale della copia.
      Anche su questo ci sarebbe da pensare: è giusto che il fast fashion copi vesiti e accessori mettendoli in vendita a un prezzo così basso che sappiamo cosa comporta?
      Dai puoi essere orgogliosa dei tuoi acquisti!

      Erica Blue Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *