Fashion

Fashion

30 January 2017

L’annoso problema del piumino

Couture_Paris_Fashion_Week-PFW-Street_Style-Chanel-Vetements-Outfit-Collage_Vintage-260-1800x1200

Mi hanno chiesto cosa ne pensi dei piumini. O se ce ne sono alcuni che consiglierei. Allora, qui la questione è spinosa e difficile da affrontare, un po’ come spiegare la Convenzione di Ginevra a Trump. D’impatto risponderei che non ne voglio proprio sapere, dal momento che esistono delle valide e migliori alternative. Ma questo riguarda il mio gusto, non il vostro del quale nessuno dovrebbe occuparsi se non voi stesse. E come sapete non darò mai regole banali e generalizzanti del tipo “questa cosa la puoi indossare solo se o solo con” altrimenti non avrei nessun rispetto per la creatività e per le scelte individuali, come Trump, per restare in metafora d’attualità.

Quello che posso fare per parlarvi di piumini è una bella carrellata (forse noterete che “bella” probabilmente non sarà l’aggettivo più adatto) di cosa ci offre lo street style dalle fashion week degli ultimi giorni e che, come sappiamo oramai tutte, è foriero di buon gusto e di look perfetti per la nostra vita quotidiana. Quest’inverno, vedrete, è il momento dei piumini OVERSIZE di Vetements e Balenciaga, con un effetto che è questo.

Couture_Paris_Fashion_Week-PFW-Street_Style-Chanel-Vetements-Outfit-Collage_Vintage-172-1800x2700

La taglia è una questione ormai superata, termini come avvitato e slanciare davvero antiquati, siete autorizzate ad indossare piumini XXXXL anche se siete una XS. Certo poi l’effetto è quello di una seienne avvolta in un sacco dell’immondizia trapuntato. Ma è un effetto VOLUTO. Che sempre volendo potreste declinare anche così, con un tocco fiorato, a metà strada tra il bon ton e il gangsta.

PHOTO © TEAM PETER STIGTER - FOR EDITORIAL USE ONLY - WITH CREDITS

Un’altra opzione con i piumini di questa stagione – effetto peraltro dietro l’angolo da sempre – è quello Settimana Bianca.

PHOTO © TEAM PETER STIGTER - FOR EDITORIAL USE ONLY - WITH CREDITS

Qui avete dunque tutto l’occorrente: i pantaloni, il lupetto, gli occhiali e naturalmente la giacca da sci. Certo lui è un figo, noi forse è meglio se ci limitiamo a questo mix per la funivia.

Sempre a tema neve consiglio anche questo giaccone imbottito con i colori tipici sulle piste (o nelle squadre di atletica leggera) negli ANNI OTTANTA. Basta però un magico logo Balenciaga – e voilà – anche voi dal panettiere avrete tutti i paparazzi puntati addosso.

PHOTO © TEAM PETER STIGTER - FOR EDITORIAL USE ONLY - WITH CREDITS

Qui la variante piste innevate (senza doppi sensi) – declinata forse un pelo meglio. Anche se mi chiedo come si possa andare in giro con un piumino maxi rosso evidenziatore e conservare la propria autostima.

Couture_Paris_Fashion_Week-PFW-Street_Style-Chanel-Vetements-Outfit-Collage_Vintage-3-1800x2700

Couture_Paris_Fashion_Week-PFW-Street_Style-Chanel-Vetements-Outfit-Collage_Vintage-49-1800x2700

Couture_Paris_Fashion_Week-PFW-Street_Style-Chanel-Vetements-Outfit-Collage_Vintage-52-1800x2700

Altro ottimo look prevede una sovrapposizone casual tra shearling in pelle e piumino camouflage, indossato però in modo cool come uno scialle. Utile e pratico, provatelo per andare in ufficio.

PHOTO © TEAM PETER STIGTER - FOR EDITORIAL USE ONLY - WITH CREDITS

Abbiamo poi un delicato abbinamento con piumino d’oro. Se è l’effetto donna sofisticata acqua e sapone di un oligarca russo in vancanza a Riccione che cercate, questo fa al caso vostro.

PHOTO © TEAM PETER STIGTER - FOR EDITORIAL USE ONLY - WITH CREDITS

Infine ecco il look più classico e conosciuto a tema piumino, quello che dagli anni Novanta trovate nelle migliori periferie d’Italia e che definisce la divisa del Truzzo since 1996: piumino nero e pantaloni larghi della tuta. La Vuitton nelle periferie deve essere rigorosamente falsa, ça va sans dire.

theimpression.Paris-m-str-RF17-0579

Abbiamo poi un reminder – immancabile perché sapete che è da anni nel mio cuore e su questo blog – dei Famosi Piedi D’acciaio grazie a quali hai bisogno di una giacca imbottita (ok, corta) ma puoi andare in giro coi sandali a gennaio. Sempre Lovely!

theimpressionparis-hc-str-rs17-7456

Ragazze, io la vedo dura coi piumini, davvero. Salvo i parka imbottiti, i giacconi, il piumino bianco in copertina post, l’effetto over senza scadere nello scappata di casa e chiunque li indossi senza aspirare a un look “elegante” perché è una contraddizione in termini. Qualcosa tipo questi.

Couture_Paris_Fashion_Week-PFW-Street_Style-Dior-Outfit-Collage_Vintage-125-1800x2700

Tina-Leung-by-STYLEDUMONDE-Street-Style-Fashion-Photography0E2A8048-700x1050@2x

FASHIONWEEK AMSTERDAM STREETWEAR FW17

L’argento è ehm no, a meno che non hai la sua nonchalance e l’effetto poi risulta così. In ogni caso a vostra futura memoria il mio REMINDER se avete dei dubbi è SEMPRE QUESTO.

PHOTO © TEAM PETER STIGTER - FOR EDITORIAL USE ONLY - WITH CREDITS

 

Photos via:

collagevintage, team peter stigter, styledumonde

Salva

Salva

Salva

Salva

    facebooktwittergoogle_pluspinterest

TAGS:

14 comments

  1. ahah un ottimo excursus! personalmente nei giorni di VERO freddo ( temperature negative) cedo e metto il mio Colmar “sciancrato” ( come direbbe mia madre). Non sono una fan, ma non ho voglia di ammalarmi per fare la figa. Ti diro’ che nonostante tutto quel piumino bianco di Marques Almeida su Camille lo trovo molto affascinante…

    CHIARA Reply
    • sì, sai che qui ho esasperato volutamente la questione. il piumino bianco piace anche a me, l’ho messo tra i miei sì infatti!

      Erica Blue Reply
  2. tremendi tutti, stavo giusto guardando le foto streetstyle da vogue.com e pensando “che orrore tutti questi piumini esagerati”

    giulia Reply
  3. Dalle foto, risulta chiaro quanto piumino esagerato venga considerato carino soltanto finché tutti lo indossano in una stessa zona “socio-culturale” … Altrimenti se si va in giro da singoli nella metropolitana parigina vestiti così, si è ridicoli! :-)

    jicky Reply
    • ah beh al “sistema moda” infatti quello frega proprio poco

      Erica Blue Reply
    • certo.

      Erica Blue Reply
  4. grazie per il tuo punto di vista… io rimango dell’opinione che caldo come un piumino (il mio e’ un parka imbottitto) non ce n’e’ come calore e impermeabilita’ – soprattutto se per lavoro di capita ogni tanto un viaggio in nord europa. Ultimamente la moda sembra non sembra tenere piu’ conto del clima.
    Comunque aziende specializzate del capo continuano a produrre modelli vestibili :-) (business is business, se l’80% del tuo fatturato e’ in quel capo…). C’e’ sempre poi l’opzione del cappotto con interno imbottitto, per una decisione salomonica :-)

    Sara Reply
    • Sì certo dipende anche dalle necessità!

      Erica Blue Reply
  5. Ciao Erica,
    complimenti per il blog! ti leggo da tanto ma è la prima volta che commento; anche io non amo i piumini però credo che talvolta siano necessari e in tal caso opterei per un modello semplice come il classico piumino Max Mara oppure per qualche modello più couture come quelli di Moncler Gamme Rouge!

    carmen Reply
    • Grazie Carmen!

      Erica Blue Reply
  6. Che ridere quest post ! Sono super d’accordo, si possono salvare certi Moncler un po’ couture , oppure i finissimi di Uniqlo da mettere sotto un bel cappotto di laaaaana

    Valentina Reply
    • ah mi sono dimenticata e lo volevo scrivere, giusto, quelli sottili sotto al cappotto sono un’ottima idea!!

      Erica Blue Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *