Beauty

Beauty

20 April 2017

Beauty Routine Coreana con Prodotti Non Coreani

beauty-routine

Il titolo potrebbe sembrare un non-sense (e io amo i non-sense tra l’altro) ma un senso ce l’ha. Quando ho parlato della routine skincare coreana ho sottolineato il fatto che si tratta di un metodo, di una filosofia se vogliamo elevare il concetto beauty. I prodotti con cui riempiamo questa routine sono basati sulle nostre scelte e sulle nostre esigenze, non sono fissi. Perciò – visto che i prodotti coreani sono meno facilmente reperibili in Italia – perché non utilizzare prodotti italiani o comunque in vendita qui in Italia. Queste sono alternative ai prodotti del post precedente che attualmente utilizzo con piacere. (Non sostituiscono ancora tutti gli step della routine, non ho ancora trovato equivalenti di successo ma confido di trovarli).

CLEANSING | L’acqua micellare è uno dei miei prodotti struccanti preferiti. Ne ho provate diverse con risultati quasi sempre buoni. Il punto critico il più delle volte sono gli occhi. I miei sono particolarmente sensibili e spesso alcune acque micellari mi bruciano. Ho finalmente trovato un’alternativa al mio classico: Eau Micellaire di Resultime by Collins Paris. Delicata anche sugli occhi, grazie! Se avete un trucco molto intenso richiede qualche passaggio in più (non so come va sul mascara waterproof che non uso), è delicatamente profumata e non lascia per niente la pelle secca. Altro imprescindibile motivo per amare una micellar water. Arricchita anche con acido ialuronico, quindi già lanciata verso i trattamenti e booster idratazione. Si trova in farmacia.

TONER | Ah, il tonico. Quello del perché usarlo. Ma perché è una carezza di freschezza e idratazione. Bello, buono, lenitivo e rinfrescante è il Remedy Toner di [comfort zone] della nuova linea Remedy, dedicata alle pelli sensibili. Lo utilizzo spesso, l’altro tonico che ho è esfoliante e quando ho la pelle in situazione non proprio perfetta (ehm, quasi sempre?) preferisco usare questo che è super delicato. E’ in spray e ribadisco non utilizzatelo con il dischetto di cotone, sulle mani e via di pat pat sul viso.

ESSENCE | Della mia recente sensazionale scoperta dell’essence made in Italy vi ho già raccontato qui. Super preferito il Vagheggi Essence Mist. Di Vagheggi sono anche davvero ottime le maschere combinate Flowers Beauty, che si usano a distanza di un giorno. E lo dice una che non ama fare le maschere. Sarò stata invogliata anche dal packaging super mega bellissimo? In ogni caso risultato ottimo, continuavo a specchiarmi.

beauty-routine-2

AMPOULES | Entriamo nei trattamenti veri e propri e le veci delle ampoules in questa routine occidentale li fanno i prodotti The Ordinary, di cui ho cantato le lodi la scorsa settimana. E le ho cantate bene visto che nel frattempo ho già acquistato altri due flanconcini magici. Della stessa famiglia (Deciem, la casa produttrice anche di The Ordinary) è arrivato anche il Multi-Molecular Hyaluronic Complex di Niod. Io vi dico solo idratazione ma soprattutto rassodamento. Quanto ci piace rassodamento?

SERUM | Un prodotto alla vitamina C che amo più del suo collega coreano che possiedo è lo Skin Perfecting Serum di Resultime. Avete presente quelle sere dopo lo struccaggio in cui pensate ironicamente “mhm, ma che bella pelle oggi proprio”. Ecco questo siero la mattina vi svolta la giornata. Lo trovo davvero efficace per combattere imperfezioni e contrastare brufoletti vari. Appiattisce tutto, in senso buono, ovviamente.

SERUM + MOISTURIZER | E arriviamo al prodotto che chiude la routine, siglillando tutto il bello e il buono che abbiamo applicato finora con idratazione duratura. Il Remedy Serum di [comfort zone], tecnicamente appunto un siero, fa per me anche perfettamente le veci di un’idratante nei giorni dove non sento esigenze particolari o comunque ora che si va verso la bella stagione. E’ molto simile al fratello della linea HydraMemory che è stato un assoluto preferito del 2016. Come il tonico è un prodotto al 93% naturale, quindi adatto anche alle fan dell‘eco. E senza siliconi, caratteristica imprescindibile per lo skincare. Dobbiamo sigillare la routine e magari non con un velo di plastica però. Ma con qualcosa che idrati e lasci la pelle delicatamente fresca.

beauty-routine-3

 

Foto mie.

    facebooktwittergoogle_pluspinterest

TAGS:

One comment

  1. posso chiederti come siero alla vitamina c tra tutti quelli che hai provato quale consigli :) ? grazie mille!

    Paola Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *